Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Previsione Attività
modulo
Sviluppo di Metodologie per l'integrazione di dati di osservazione della terra multisensore


  anni:  2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2015 

Previsione attività anno 2008

Stato avanzamento attività per l'anno 2008
Attività da svolgere:
Alcuni aspetti di sviluppo di stumentazione sono stati iniziati e l'attività sperimentale per altri inquinanti necessita di ulteriore sperimentazione. Come atteso, sono state svolte nel 2007 numerose attività di valutazione preliminare della qualità dell'aria sia in Italia che all'Estero (Progetto Italia-Cina) che preludono ad ulteriori sviluppi per l'implementazioni delle reti di monitoraggio. Si prevede inoltre di sviluppare le attività relative alla realizzazione di una libreria spettrale di materiale particellare emesso da autoveicoli e di suoli campionati in prossimità di strade ad alta percorrenza e allo studio delle correlazioni tra composizione chimica della componente organica (IPA)e la risposta radiometrica del particolato. Aspetto ulteriore da sviluppare è una metodologia per la spazializzazione di dati puntuali con criteri geostatisitici e valutazione delle caratteristiche geomorgologiche del territorio. Per quanto concerne il mercurio si prevede lo studio delle diversi componenti, la valutazione dell'efficienza dei prototipi, l'ottimizzazione progettuale del prototipo e lo sviluppo di un protocollo di controllo.
Punti critici e azioni da svolgere:
Un punto critico importante che incide sullo sviluppo delle attività è legato alla mancanza di risorse ordinarie da destinare sia al mantenimento della strumentazione che agli impegni finanziari richiesti dalle campagne di misura. Per quanto concerne le attività che prevedono la effettuazione di misure radiometriche un aspetto critico riguarda la disponibilità di filtri su cui effettuare le misure. Per quanto concerne invece le azioni da svolgere è importante segnalare la validazione e il confronto con tecniche di monitoraggio atmosferico che prevedono l'impiego di strumentazione per il campionamento (alto-volume) e la successiva analisi di laboratorio. Saranno inoltre svolte attività di sviluppo di procedure di interpolazione spaziale integrate ad algoritmi di dispersione gaussiana. Punti critici che si intravedono per lo sviluppo di un sistema dedicato all' analisi del mercurio sono le difficoltà tecniche dovute al reperimento sul mercato di materiali e strumenti ad hoc che causa il rallentamento della fase di ingegnerizzazione dello strumento e lo sviluppo del firmware di gestione.
Risultati attesi nell'anno:
LO sviluppo ulteriore delle centraline multigas fin qui sperimentate con buoni risultati sia a Parma che in diverse località in Cina, consentirà il monitoraggio delle concentrazioni ambientali di inquinanti gassosi secondo una procedura validata sia in prove di labboratorio che in campo. Queste unità di monitoraggio ambientale sono nate con l'intento di offrire una tecnologia a basso costo, compatta, versatile ed affidabile di supporto e/o alternativa alla strumentazione analitica convenzionale. Un ulteriore risultato atteso secondo una linea di ricerca parallela a questa delineata, è rappresentato dallo sviluppo di metodologie di integrazione delle misure radiometriche e l'analisi chimica del particolato autoveicolere. Saranno inoltre presumibilmene disponibili procedure per la spazializzazione di dati puntuali di inquinanti ripresi con strumentazione diversa. Per quanto riguarda lo sviluppo delle tecnichwe dedicate alla speciazione del mercurio i risultati attesi nell'anno riguardano gli studi di funzionalità del prototipo. Obiettivo che ci si propone è l'ottenimento di misurazioni con errori sperimentali confrontabili con le tecniche attualmente in uso.
Iniziative per l'acquisizione di ulteriori entrate:
Nel quadro di attività già iniziate con società che costruiscono impianti di produzione di energia (ad es. Sorgenia) verrano implementate ulteriori iniziative per l'affidamento di commissioni per la valutazione dell'impatto ambientale e della qualità dell'aria. Partecipazione al 7° Programma Quadro dell'Unione Europea. Per il modulo IIA lo sviluppo delle attività dell'anno 2007 ha portato al verificarsi di ulteriori maggiori entrate per il 2008, non previste nel Piano di Gestione (progetto HEREPLUS - HEalth Risk from Environmental Pollution Levels in Urban Systems). Sono state inoltre presentate proposte di finanziamento rivolte a istituzioni italiane e in ambito internazionale (Progetti FIRB) e una proposta all'ARPA Lazio per la valutazione della qualità dell'aria relativamente alle centrali di Civitavecchia e Aprilia in fase di valutazion/attivazione.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus