Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Principali collaborazioni
modulo
Nanoingegneria chimica di sistemi autoassemblati mediante legame ad alogeno


Collaborazioni:
Dipartimento di Chimica Inorganica, Metallorganica e Analitica, Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Chimica Fisica ed Elettrochimica, Università degli Studi di Milano.
Dipartimento di Chimica Organica e Industriale, Università degli Studi di Milano.
Dipartimento di Chimica Strutturale e Stereochimica Inorganica, Università degli Studi di Milano.
Istituto di Chimica Organica, facoltà di Farmacia, Università di Milano.
NFMLab—DCMIC e Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica ''G. Natta'', Politecnico di Milano.
National Nanotechnology Laboratory del CNR-INFM, Lecce
Dipartimento di Scienze Chimiche ed Ambientali, Università dell'Insubria
Dipartimento di Chimica Organica e Biologica, Università di Messina.
Dipartimento di Scienze Chimiche, Università di Catania.
Department of Chemistry, University of Jyväskylä, Finlandia
Department of Chemistry, University of York, Gran Bretagna
Nanoscience Center, Department of Chemistry, University of Jyväskylä, Finlandia
Air Force Reasearch Laboratory/RZSP, Edward Air Force Base, California, USA
Laboratori Alchemia s.r.l., Milano
GlaxoSmithKline S.p.A., Chemical Development Department, Verona
Solvay-Solexis, Research and Development, viale Lombardia 20, 20021, Bollate (Milano)
Dip. di chimica inorganica, fisica e dei materiali, Università degli Studi di Torino (Prof.ssa G. Gervasio)
Istituto di Chimica Biomolecolare del CNR, Sassari (Dr.ssa G. Delogu)
Dipartimento Processi Chimici dell'Ingegneria, Università di Padova (prof. R.A. Michelin, prof. M. Mozzon, prof. M. Modesti, prof. L. Conte, Dott. P.Sgarbossa)
Dipartimento di Scienze Chimiche, Università di Padova (prof. Tondello, prof. Di Noto)
Istituto Superior Tecnico, Lisbona (prof. A. Pombeiro)
Dept. Analytical Chemistry, Università di Szeded (Ungheria) (Prof. T. Kiss)
Dipartimento Ingegneria dei Materiali, Università di Palermo (Prof. La Mantia, prof. R. Scaffaro)
Dipartimento Ingegneria dei Materiali , Università di Trento (R.Campostrini)
Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Università di Padova (Prof. P.Fiorentin, Prof. L.Fellin)
Dipartimento Fisica Tecnica, Università di Padova (Prof. R. Zecchin, Prof. A. De Carli)
Dipartimento Scienze Farmaceutiche, Università di Padova (Prof. C. Marzano)


Elenco Collaborazioni

Entedescrizione collaborazione
UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - DIPARTIMENTO DI CHIMICA FISICA ED ELETTROCHIMICAStudio del ruolo del legame ad alogeno nel campo delle biomolecole tramite metodi di Dinamica Molecolare, Metadinamica, Monte Carlo ed analisi conformazionale 
POLITECNICO DI MILANO - DIP. CMICSintesi di sistemi molecolari e nanostrutturati autoassemblati tramite legame ad alogeno 
UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - DIP.TO DI CHIMICA INORGANICA, METALLORGANICA E ANALITICAMisure elettroottiche di sistemi molecolari e nanostrutturati autoassemblati tramite legame ad alogeno 
Dipartimento di Scienze Chimiche - Università di PadovaEsecuzione misure spettroscopiche (NMR ad alto campo, Raman) e delle proprietà elettriche dei materiali prepararti mediante Broadband Dielectric Spectroscopy 
Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria IndustrialeL'attività svolta in collaborazione con il CNR-ISTM riguarda la progettazione, sintesi e caratterizzazione di composti organici (alifatici e aromatici), inorganici (silossani, siliconi e fosfazeni) e metallorganici contenenti sistemi perfluorurati funzionalizzati in grado di dare self-assembling via legame ad alogeno 
University of SzegedStudio dell'interazione di sistemi autoassemblati preparati nel corso del progetto con sistemi metallici di interesse biologico (in particolare Al, Fe, Zn, Cu, Ni, V) per valutarne l'effetto chelante e l'eventuale potenzialià terapeutica in patologie neurodegenerative 
Institute of Applied Physics of the Academy of Sciences of MoldovaDesign, synthesis, structural study and comprehensive evaluation of optical properties of hybrid metalorganic materials based on transition metals, Zn(II), Cd(II), Cu(II), Mn(II,III) and Co(II) with an emphasis on the non-centrosymmetric coordination polymers having the advantages of the porosity of the coordination network, possibility to reveal a luminescence response to the guest inclusion, and high thermal stability. 
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus