Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività
modulo
Giacimentologia e minerali metallici e industriali


  anni:  2005   2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014 

Stato di Avanzamento attività anno 2014

Previsione attività per l'anno 2014
Attività svolta:
Le ricerche sui minerali industriali sardi nell'area di Sa Matta e Su Venosu, distretto di Orani, Sardegna Centrale dove sono presenti diversi depositi a talco e clorite hanno reso possibile la correlazione tra le varie ipotesi genetiche presenti in letteratura sulla formazione di queste mineralizzazioni in un complesso sistema metamorfico-metasomatico-idrotermale. Infatti, le mineralizzazioni studiate sono ospitate sia in rocce magmatiche granitoidi che in rocce metamorfiche e nell'area si rinvengono passaggi sfrangiati dalla roccia incassante ai corpi più o meno mineralizzati. Nella parte occidentale dell'area, in corrispondenza degli affioramenti granitici, si trovano corpi ad albitite, mentre tra il granito e la roccia metamorfica diviene decisamente più importante la frazione cloritica ed inizia ad essere consistente anche la presenza di talco. Infine nella parte più orientale, la mineralizzazione a talco-clorite diviene prevalente. Si osserva quindi una zonazione da ovest verso est, con mineralizzazioni prevalentemente sodiche nella parte più occidentale e magnesiache in quella più orientale. Questa distribuzione spaziale lascia intuire l'esistenza di uno stretto legame tra i due eventi mineralizzanti. Il metasomatismo sodico rappresenta sicuramente l'evento più importante perché il fluido che determina durante una fase prograda l'intensa albitizzazione, in fase retrograda dà luogo al metasomatismo magnesiaco. Lo studio dell'evoluzione chimico-fisica di questo processo spiegherebbe l'esistenza di queste mineralizzazioni a clorite-talco in un contesto mineralogico anomalo. Infatti, queste mineralizzazioni comunemente sono associate, in altri distretti minerari del mondo, a rocce basiche o comunque ricche in magnesio, praticamente assenti nell'area in studio dove il contento medio di MgO non si discosta da quello medio delle altre rocce paleozoiche (circa 1,5%). Nello stesso distretto minerario di Orani, nella vecchia miniera di talco di San Francesco, si è iniziato il rilievo geomorfologico mediante tecniche fotogrammetriche aeree utilizzando una piattaforma UAV equipaggiata con camera digitale ad alta risoluzione. Questo lavoro è alla base di una proposta per un progetto di recupero ambientale del sito. Per quanto riguarda la metallogenesi del Paleozoico della Sardegna sono proseguiti nel corso dell'anno, in collaborazione con ricercatori del Dipartimento di Scienze della Natura e il Territorio (DIPNET) dell'Università di Sassari, gli studi petrologici, geologico-strutturali e giacimentologici delle mineralizzazioni del distretto dell'Arburese/Fluminese (Sardegna Sud-occidentale). I rilievi e le campionature hanno evidenziato le relazioni spaziali, genetiche e cronologiche tra le principali masse plutoniche granitoidi affioranti nell'area e le mineralizzazioni presenti nella regione (distretto minerario di Montevecchio-Ingurtosu-Gennamari; miniere e mineralizzazioni dell'area del Monte Linas). Le campionature inoltre hanno consentito di ottenere nuovi dati geochimici ed isotopici (eNd) sui granitoidi, mentre nuove analisi isotopiche U-Th hanno permesso la datazione dei principali corpi intrusivi. Per quanto riguarda le mineralizzazioni e le rocce incassanti, le indagini al SEM effettuate presso l'Università di Sassari hanno verificato e affinato gli studi petrografici sulle paragenesi metalliche condotti a Cagliari mentre le analisi delle inclusioni fluide sono in corso presso la UOS di Roma dell'IGAG. Nell'ambito della geochimica si è studiato l'effetto del dilavamento degli agenti atmosferici sulle discariche minerarie e l'impatto che esso ha sui suoli circostanti e sulle "Ground Water". In particolare si è considerato il caso della vecchia miniera di Kettara in Marocco pubblicando i risultati conseguiti sulla rivista "Journal of African Earth Sciences". In collaborazione multidisciplinare tra Medici, Biologi e Geologi sono proseguiti gli studi sui materiali, sui processi geologici e l'attività esplorativa/estrattiva nel settore dei Giacimenti Minerari per le possibili ripercussioni negative sulla salute nell'ambito dei seguenti progetti: 1) "Geoepidemiology of Multiple Sclerosis: the environmental risks factors", presentato alla Fondazione Italiana Sclerosi Multipla (FISM); 2) Caratterizzazione geochimica dell'intero territorio regionale sardo; 3) Campionatura, analisi ed elaborazione dati, nell'ambito del GEMAS – "Geochemical Mapping of Agricultural and Grazing Land Soil of Europe". Nell'ambito del progetto "Atlante Geotermico" del CNR è stata verificata la posizione geografica delle sorgenti operando anche una prima verifica sul campo di una parte dei dati dell'archivio del DICAAR e procedendo quindi alla loro georeferenziazione. La sovrapposizione con le informazioni di carattere strutturale ha confermato la corrispondenza delle sorgenti termali con le principali strutture disgiuntive ai margini del Graben Sardo dove sono presenti due aree di massimo termico e nell'Anglona e nel Sulcis.
Risultati conseguiti:
-Sandro Fadda, Maddalena Fiori, Carlo Matzuzzi.- GENETIC ASPECTS OF TALC-CHLORITE FORMATION IN CENTRAL SARDINIA, ITALY: METAMORPHISM, HYDROTHERMALISM AND Mg-METASOMATISM: THE CASE OF SA MATTA AND SU VENOSU MINES, 101-112.- 14th GeoConference on SCIENCE AND TECHNOLOGIES IN GEOLOGY, EXPLORATION AND MINING, Albena, BULGARIA, 17-26 June 2014; -Naitza S., Fadda S., Fiori M., Peretti R. - Materie prime strategiche per l'Europa e metalli preziosi: il quadro dei distretti della Sardegna. Relazione al Congresso: The future of THE ITALIAN GEOSCIENCES of the future, Milano 10-12 Settembre 2014; -S. Cara, M. Fiori, C. Matzuzzi.- PROXIMAL REMOTE SENSING TECHINQUE FOR 3D MAPPING USING UAS AERIAL SYSTEM. Contributo al Congresso: The future of THE ITALIAN GEOSCIENCES of the future, Milano 10-12 Settembre 2014; Stefano Cara, Maddalena Fiori, Carlo Matzuzzi. -UAS AERIAL DIGITAL PHOTOGRAMMETRY FOR LANDSCAPE MODELING AND REHABILITATION DESIGN OF THE "SAN FRANCESCO" ABANDONED MINE (SARDINIA-ITALY), 351-358. 14th GeoConference on SCIENCE AND TECHNOLOGIES IN GEOLOGY, EXPLORATION AND MINING, Albena, BULGARIA, 17-26 June 2014; - Sandro Fadda, Maddalena Fiori (2014). -The geochemical inheritance from weathered basements to detritic basins: Cu-carbonate and sulphide occurrences in sandstones at the base of the Miocene in Sardinia, Italy. Journal of Geochemical Exploration (submitted); - Cuccuru S., Casini L., Naitza S., Puccini A., Secchi F., Oggiano G. (2014).- Late-Variscan intrusions: a source of granophile element ore. The case of the Monte Linas Pluton (SW Sardinia). Rend. Online Soc. Geol. It., Suppl. n. 1 al Vol. 31 (2014), 761. ISSN 2035-8008, doi: 10.3301/ROL.2014.140. - Cuccuru S., Casini L., Naitza S., Puccini A., Secchi F., Oggiano G.. (2014), - Geological structural and metallogenic map of Arbus Pluton. Journal of Maps (submitted). -Valera, P., Zavattari, P., Albanese, S., Cicchella, D., Dinelli, E., Lima, A. and De Vivo, B., 2014. A correlation study between multiple sclerosis and type 1 diabetes incidences and geochemical data in Europe. Environmental Geochemistry and Health, 2014 Feb;36(1):79-98. doi: 10.1007/s10653-013-9520-4. Epub 2013 Apr 9; - K. El Amari, P. Valera, M. Hibti, S. Pretti, A. Marcello, S. Essarraj, 2014. Impact of Mine Tailings on Surrounding Soils and Ground Water: Case of Kettara old mine, Morocco. Journal of African Earth Sciences. 100, 437–449; -Valera P.et al., 2014. GEMAS: Spatial distribution of the pH of European agricultural and grazing land soil. Applied Geochemistry, 48, 207-216; -Valera P.et al., 2014. - Geochemical evidence of aeolian deposits in European soils. Boreas, 43 (1), 175-192; - Valera P. et al., 2014. - Chemistry of Europe's agricultural soils – Part A: Methodology and interpretation of the GEMAS data set. Geologisches Jahrbuch (Reihe B), Schweizerbarth, Hannover, 528 pp. - Valera P. et al., 2014. GEMAS Project, - Chemistry of Europe's agricultural soils – Part B: General background information and further analysis of the GEMAS data set. Geologisches Jahrbuch (Reihe B), Schweizerbarth, Hannover, 352 pp.












 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus