Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività
modulo
Tecnologie e metodologie per indagini non invasive del sottosuolo


  anni:  2005   2006   2007   2008   2009 

Stato di Avanzamento attività anno 2009

Previsione attività per l'anno 2009
Attività svolta:
La ricerca riguarda lo studio di sistemi elettromagnetici, a bassa frequenza, che permettono la misura del rumore naturale e artificiale, consentono di effettuare indagini idrogeologiche e la prospezione di siti contaminati, mediante la rilevazione di parametri elettrici. Il principale sistema di acquisizione utilizza sensori TDEM - Time Domain Electromagnetic Method. Nell'ottica primaria del sistema, consistente nell' utilizzo di molte apparecchiature di ricezione elettromagnetica disposte contemporaneamente in una griglia, con peso, massa metallica e corrente assorbita possibilmente minime (le misure sono realmente alterate sia da piccole masse metalliche che da microscopiche correnti di funzionamento), é stato effettuato un progetto di massima per la realizzazione di interfacce elettroniche capaci di trasformare un subset di comuni dispositivi (fotocamere, videocamere, palmari, smartphones) in un sistema di lettura ad alta velocità, chiaramente molto vantaggioso per la realizzazione a buon mercato di sofisticate apparecchiature di acquisizione dati. Unico neo la notevole difficoltà nella realizzazione delle modifiche circuitali necessarie da realizzarsi in apposito laboratorio di microelettronica avanzata. Con la introduzione del pc ultraportatile (umpc), divenuto recentemente molto competitivo in termini di costi rispetto al passato e dotato sia di dischi allo stato solido che normalmente di webcam incorporata nel frontale si é aperta una nuova opportunità per la realizzazione degli strumenti finalizzati alla ricerca in esame. Nel successivo studio di massima mirante alla sua utilizzazione é stato evidenziato come la intera interfaccia di ricezione miniaturizzata possa essere inserita nel riquadro del display, senza interferenze quindi con la affollata elettronica della base. La soluzione con l'umpc consente di incrementare il tempo di acquisizione portandolo da qualche ora a qualche giorno, sebbene le radiazioni elettromagnetiche prodotte siano di gran lunga superiori per via delle notevoli correnti in gioco. Sul fronte opposto, alcuni particolari, come ad esempio la impossibilità di spegnere l'lcd, lasciano intravedere una serie di incognite che vanno verificate. La ricerca sviluppata nell'ambito del Contratto attivo in corso con la società multiutility IRIDE S.p.A., ha riguardato la manutenzione e la gestione hardware e software del sensore di pioggia installato a Forte Begato e quella del sistema di monitoraggio dei rivi e della precipitazione nel centro storico di Genova. Il sensore utilizzato - radar in Banda X di derivazione marina - non è nato per il riconoscimento della precipitazione il che ha richiesto una serie attività di parametrizzazione che hanno portato, comunque, a buoni risultati. L'attività si è focalizzata, sia sulla parte meramente tecnica che comprende la gestione e l'ottimizzazione del sistema attuato ad oggi, sia sulla parte di disseminazione del progetto stesso, compresa progettazione e la gestione di un sito web per la divulgazione dei risultati ottenuti. Oltre a ciò si é cercato di valutare la possibilità di valorizzare l'esperienza acquisita nell'ambito di altre iniziative a respiro europeo come la piattaforma tecnologica "Water Supply Sanitation Technology Platform".
Risultati conseguiti:
1 - Progetto di massima per la realizzazione di interfacce elettroniche capaci di trasformare un subset di comuni dispositivi (fotocamere, videocamere, palmari, smartphones) in un sistema di lettura ad alta velocità e basso costo, senza il degrado delle prestazioni. 2 - Studio di massima per la miniaturizzazione della interfaccia di ricezione al fine di inserirla nel riquadro del display e con efficace schermatura. Obiettivo primario consiste nell'incrementare il tempo di acquisizione portandolo da qualche ora a qualche giorno (circa 50 volte). 3 - Ottimizzazione del sistema di rilevazione di eventi di pioggia realizzato nell'ambito del contratto attivo tra IRIDE spa e CNR ISSIA GE; disseminazione del progetto stesso, compresa progettazione e la gestione di un sito web per la divulgazione dei risultati ottenuti.












 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus