Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Principali apparecchiature
modulo
Attivitā di monitoraggio dell'atmosfera mediante misure in stazioni di remote sensing attivo e passivo da terra e a terra, da aereo e da satellite e procedure di calibrazione, confronto, validazione, integrazione e assimilazione


Elenco Strumenti utilizzati

StrumentoUtilizzo dello strumento nel modulo
Fotometro solareLo strumento serve a misurare l'irradianza solare diretta in arrivo al suolo a diverse lunghezze d'onda del visibile e del vicino infrarosso. Da queste misure si ricavano i valori spettrali dello spessore ottico totale atmosferico e quindi attraverso opportune correzioni i valori spettrali dello spessore ottico degli aerosol 
Sun-sky radiometerLo Skyradiometer PREDE POM-01 permette di utilizzare due tecniche diverse: 1) la prima serve a misurare l'irradianza solare diretta in arrivo al suolo a diverse lunghezze d'onda del visibile e del vicino infrarosso, fino alla lunghezza d'onda di circa 1 micron. Da queste misure si ricavano i valori spettrali dello spessore ottico totale atmosferico e quindi attraverso opportune correzioni i valori spettrali dello spessore ottico degli aerosol. 2) la seconda serve a misurare l'irradianza dovuta all'aureola solare secondo diverse distanze angolari dal sole in almucantar: attraverso la modellistica dello Skyrad code č possibile ricavare i valori spettrali della parte reale e della parte immaginaria dell'indice di rifrazione dell'aerosol colonnare a lunghezze d'onda del visibile. 
Nefelometro M903il nefelometro M903 della Radiance Research serve a misurare il coefficiente di scattering della radiazione di lunghezza d'onda eguale a 530nm. Queste misure sono utilizzate in confronti con lo spessore ottico dell'aerosol alla stessa lunghezza d'onda per la misura della altezza di scala dell'aerosol colonnare 
fotometro solare UVISIRGli strumenti di questo tipo, realizzati presso l'ISAC-CNR, servono a misurare l'irradianza solare diretta in arrivo al suolo a diverse lunghezze d'onda del visibile e del vicino infrarosso. Da queste misure si ricavano i valori spettrali dello spessore ottico totale atmosferico e quindi attraverso opportune correzioni i valori spettrali dello spessore ottico degli aerosol 
Particle Soot/Absorption Photometer (PSAP) 1Lail PSAP (Particle Soot Absorption Photometer) della Radiance Research serve a misurare il coefficiente di assorbimento della radiazione di lunghezza d'onda eguale a 565nm. Queste misure sono utilizzate insieme con quelle fornite dal nefelometro M903 per determinare il coefficiente di estinzione dell'aerosol e l'albedo di singolo scattering del materiale particellare al suolo. 
SkyradiometerLo Skyradiometer PREDE POM-02 permette di utilizzare due tecniche diverse: 1) la prima serve a misurare l'irradianza solare diretta in arrivo al suolo a diverse lunghezze d'onda del visibile e del vicino infrarosso, fino alla lunghezza d'onda di 2,2 micron. Da queste misure si ricavano i valori spettrali dello spessore ottico totale atmosferico e quindi attraverso opportune correzioni i valori spettrali dello spessore ottico degli aerosol. 2) la seconda serve a misurare l'irradianza dovuta all'aureola solare secondo diverse distanze angolari dal sole in almucantar: attraverso la modellistica dello Skyrad code č possibile ricavare i valori spettrali della parte reale e della parte immaginaria dell'indice di rifrazione dell'aerosol colonnare. I risultati forniti dalle due tecniche si prestano ad essere utilizzati molto fruttuosamente in tutti i procedimenti di calcolo del forcing radiativo diretto degli aerosol (utilizzando il codice 6S oppure il codice SBDART). 
SkyradiometerLo strumento serve a misurare (i) l'irradianza solare diretta in arrivo al suolo a diverse lunghezze d'onda del visibile e del vicino infrarosso (da 315 a 2200 nm) e (2) la radiazione del cielo (sky brightness) in almucantar a diverse lunghezze d'onda e per differenti distanze angolari dal disco solare. Da queste misure si ricavano (1) i valori spettrali dello spessore ottico totale atmosferico e, quindi, i corrispondenti valori spettrali dello spessore ottico degli aerosol, avendo apportato alcune opportune correzioni per lo scattering di Rayleigh e l'assorbimento da ozono, biossido d'azoto e vapore acqueo (acqua precipitabile), e (2) i valori spettrali di diversi parametri radiativi dell'aerosol colonnare, quali la parte reale ed immaginaria dell'indice di rifrazione, la funzione di fase, il fattore di asimmetria e l'albedo di singolo scattering. Utilizzando questi dati radiativi, le serie spettrali dello spessore ottico degli aerosol possono essere analizzate con tecniche di inversione basate sull'impiego del codice SKYRAD per determinare la distribuzione dimensionale delle particelle di aerosol presenti nella colonna verticale atmosferica. 
SkyradiometerLo strumento serve a misurare (i) l'irradianza solare diretta in arrivo al suolo a diverse lunghezze d'onda del visibile e del vicino infrarosso (da 315 a 2200 nm) e (2) la radiazione del cielo (sky brightness) in almucantar a diverse lunghezze d'onda e per differenti distanze angolari dal disco solare. Da queste misure si ricavano (1) i valori spettrali dello spessore ottico totale atmosferico e, quindi, i corrispondenti valori spettrali dello spessore ottico degli aerosol, avendo apportato alcune opportune correzioni per lo scattering di Rayleigh e l'assorbimento da ozono, biossido d'azoto e vapore acqueo (acqua precipitabile), e (2) i valori spettrali di diversi parametri radiativi dell'aerosol colonnare, quali la parte reale ed immaginaria dell'indice di rifrazione, la funzione di fase, il fattore di asimmetria e l'albedo di singolo scattering. Utilizzando questi dati radiativi, le serie spettrali dello spessore ottico degli aerosol possono essere analizzate con tecniche di inversione basate sull'impiego del codice SKYRAD per determinare la distribuzione dimensionale delle particelle di aerosol presenti nella colonna verticale atmosferica. 
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus