Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Previsione Attività
Commessa
Tecnologie sostenibili per la trasformazione, conservazione ed il confezionamento dei prodotti ortofrutticoli


  anni:  2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014   2015 

Previsione attività anno 2012

Stato avanzamento attività per l'anno 2012
Attività da svolgere:
1. Saranno svolte ricerche sulle interazioni tra alcune specie vegetali presenti negli habitat costieri sabbiosi dell'isola e del golfo dell'Asinara (nord Sardegna) e microrganismi rizosferici, con particolare riferimento alla caratterizzazione degli essudati radicali e gli effetti di alcune molecole inquinanti sui microrganismi del suolo e sui tessuti vegetali. 2. Proseguiranno gli studi sulla caratterizzazione chimica nutrizionale e funzionale del patrimonio varietale sardo (in particolare pere, mele e susine) in collezione presso i campi sperimentali dell'Istituto, in agro di Oristano. In particolare, si effettuerà uno screening varietale sulla base del contenuto in flavonoidi, antociani e polifenoli totali, sarà determinata la capacità antiossidante, il profilo degli antociani e il contenuto vitaminico. Le cultivar più interessanti da un punto di vista funzionale saranno sottoposte a simulazione di processi di trasformazione industriale finalizzati alla preparazione di integratori alimentari. 3. Saranno approfondite le ricerche sull'impiego di pellicole biodegradabili in alternativa a quelle di sintesi per il packaging dei prodotti ortofrutticoli. Particolare attenzione sarà rivolta allo studio dei meccanismi che regolano la permeabilità ai gas ed al vapore delle pellicole biodegradabili, che notoriamente si comportano in maniera differente rispetto a quelle ottenute da derivati del petrolio. Saranno testate nuove molecole fungicide per il controllo dei marciumi in quelle specie per le quali ne è consentito l'impiego in postraccolta (agrumi, mele, pere, ecc.). L'integrazione di sostanze a bassa tossicità per l'uomo (generally recognised as safe, GRAS), con metodi fisici, sarà ottimizzata con l'obiettivo di ridurre il livello dei residui, e il rischio di insorgenza di ceppi resistenti e di estendere lo spettro di azione ad un numero più elevato di patogeni responsabili di marciumi soprattutto per le specie per le quali non è consentito l'impiego di fungicidi in postraccolta (drupacee, fragola, pomodoro e ortaggi). Inoltre, saranno approfonditi gli studi sull'influenza degli ultrasuoni sull'assorbimento dell'imazalil (IMZ) all'interno e all'esterno dei frutti. Mediante prove di microscopia elettronica si valuterà l'effetto della sonicazione sulla struttura esterna di agrumi e pomacee. Sulla base dei risultati conseguiti le ricerche saranno estese anche all'impiego di altri principi attivi su altre specie frutticole, e all'individuazione delle condizioni operative ottimali per l'impiego combinato di GRAS, ultrasuoni e fungicidi. 4. Proseguiranno le ricerche sugli effetti dei trattamenti in campo con caolino nel controllo della Ceratitis capitata. I trattamenti con caolino saranno integrati con composti ad attività insetticida utilizzabili in colture biologiche al fine di migliorare l'integrità dei tessuti, preservandoli dagli attacchi da Ceratitis capitata, le cui punture oltre a deprezzare il prodotto per lo sviluppo delle larve, rappresentano un'importante via di penetrazione e di infezione per le specie fungine "da ferita" responsabili di gravi perdite per marciumi. 5. Sarà realizzato un sistema costituito da microsensori nanostrutturati e nano-biosensori per la determinazione di sostanze nutraceutiche e dell'attività antiossidante nei prodotti ortofrutticoli freschi e/o minimamente trasformati, con lo scopo di valutare la loro stabilità durante la frigoconservazione e le condizioni simulate di trasporto e commercializzazione. La ricerca sarà svolta su specie da frutto come agrumi e fragole, notoriamente ricche di sostanze che hanno effetti benefici sulla salute umana.
Punti critici e azioni da svolgere:
L'attività della commessa è limitata dalla carenza di fondi per la ricerca. Per far fronte a questo problema saranno intensificati gli sforzi per acquisire ulteriori risorse finanziarie.
Risultati attesi nell'anno:
1. Determinare le più importanti sostanze inquinanti presenti nei sedimenti marini, stabilire la possibile causa, prevedere gli effetti sulla vegetazione e sui microrganismi rizosferici attraverso studi su alcune specie psammofile e sui microrganismi della relativa rizosfera. 2. Acquisire conoscenze sulla caratterizzazione chimica nutrizionale e funzionale dei frutti di alcune cultivar di pero, pesco e susino del patrimonio varietale sardo; individuare le cultivar più interessanti tali da poter proporre la loro inserzione nella lista dei 'CLAIMS'; verificare il loro utilizzo come fonte per la preparazione di integratori alimentari; individuare i parametri di processo ottimali per preservare le caratteristiche nutraceutiche del prodotto naturale durante la preparazione dell'integratore alimentare. 3. Estendere l'impiego delle pellicole plastiche biodegradabili a base di polimeri dell'acido lattico e trasferire i modelli previsionali di "in-package gas composition" e dell'"in-package humidity" realizzati nell'ambito del progetto HORTIBIOPACK per pomodoro "ciliegino" e pesche ad altre specie ortofrutticole. 4. Ampliare le conoscenze sull'impatto dei trattamenti in campo con caolino sulla mosca mediterranea (Ceratitis capitata), sullo sviluppo dei patogeni da ferita nella fase postraccolta e sulla qualità dei frutti di ficodindia, drupacee e agrumi. 5. Realizzare un micro sensore nano-strutturato e un nano biosensore, entrambi da utilizzare per la determinazione dell'acido ascorbico.
Iniziative per l'acquisizione di ulteriori entrate:
Sono stati presentati i seguenti progetti, attualmente in fase di valutazione: 1) "Isolamento e Caratterizzazione di Microrganismi Autoctoni della Sardegna Utili per il Controllo Biologico dei Patogeni" - Regione Autonoma della Sardegna (Progetti di Cooperazione Scientifica e Tecnologica nelle aree Tematiche Biotecnologie, ICT in attuazione all'accordo di collaborazione tra la Regione Autonoma della Sardegna (RAS) e la Regione Lombardia); 2) "NUTRASENSORS - Sviluppo di nano-biosensori per la caratterizzazione dell'attività antiossidante dei principali componenti nutraceutici presenti nei prodotti ortofrutticoli del Mediterraneo e valutazione del loro ruolo protettivo in modelli cellulari di stress ossidativo" - RAS, Legge Regionale 2007, n° 7: Promozione della Ricerca Scientifica e dell'Innovazione Tecnologica in Sardegna. Bando Regionale per progetti di ricerca fondamentale o di base, ricerca fondamentale o di base orientata; 3) "Sostenibilità del carciofo in regime biologico: analisi degli indicatori (CYNARBIO).WP4: Valutazione delle caratteristiche nutraceutiche e di sicurezza alimentare del carciofo in postraccolta" - RAS, Legge Regionale 2007, n° 7: Promozione della Ricerca Scientifica e dell'Innovazione Tecnologica in Sardegna. Bando Regionale per progetti di ricerca fondamentale o di base, ricerca fondamentale o di base orientata; 4) "Ricerca di inquinanti su specie animali e vegetali in aree del territorio sardo considerate a rischio ambientale ed esame delle possibili conseguenze a livello della catena alimentare" - RAS, Legge Regionale 2007, n° 7: Promozione della Ricerca Scientifica e dell'Innovazione Tecnologica in Sardegna. Bando Regionale per progetti di ricerca fondamentale o di base, ricerca fondamentale o di base orientata; 5) Ruolo di specie radicaliche nell'attivazione di pathway metaboliche della resistenza naturale in frutti di agrumi. - RAS, Legge Regionale 2007, n° 7: Promozione della Ricerca Scientifica e dell'Innovazione Tecnologica in Sardegna. Bando Regionale per progetti di ricerca fondamentale o di base, ricerca fondamentale o di base orientata. Inoltre, è stata fatta una richiesta per un assegno di ricerca nell'ambito del programma: "MASTER and Back – Percorsi Di Rientro – Bando 2010-2011" della RAS
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus