Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Previsione Attività
Commessa
Tecnologie sostenibili per la trasformazione, conservazione ed il confezionamento dei prodotti ortofrutticoli


  anni:  2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014   2015 

Previsione attività anno 2011

Stato avanzamento attività per l'anno 2011
Attività da svolgere:
Proseguiranno gli studi comparativi tra pellicole plastiche convenzionali derivate dal petrolio e pellicole di nuova generazione biodegradabili. In particolare, sarà valutata l'influenza dei nuovi imballaggi sullo sviluppo dei principali patogeni postraccolta di pomodoro ciliegino e pesche. Inoltre, saranno testaste pellicole specificamente modificate attraverso l'inclusione di sostanze minerali (argille), con funzione di regolatori del livello igrometrico, o organiche di origine naturale ad attività fungicida. Tali sostanze saranno rilasciate gradualmente dal film per prolungarne la loro azione. L'impatto delle nuove pellicole sulla qualità dei frutti sarà valutato attraverso la determinazione dell'attività fisiologica (respirazione e produzione di etilene), delle caratteristiche organolettiche e reologiche e della componenti nutrizionale, nutraceutica e funzionale. Inoltre, saranno perfezionati alcuni trattamenti fisici postraccolta (immersione in acqua calda o esposizione ad alte temperature) in combinazione con sostanze GRAS e/o biofungicidi in grado di ridurre le perdite per marciumi. Proseguiranno le ricerche volte a potenziare l'efficacia di alcuni fungicidi 'naturali mimetici' di nuova generazione nel controllo delle più importanti alterazioni microbiologiche postraccolta degli ortofrutticoli, al fine di abbassare le dosi di principio attivo da utilizzare e ridurre il rischio di insorgenza di ceppi resistenti. Questi obiettivi saranno raggiunti combinando i trattamenti chimici con la termoterapia e/o illuminazione con radiazioni ultraviolette (UV-C) e/o sostanze GRAS. Si valuterà l'effetto degli ultrasuoni sull'assorbimento del principio attivo all'interno e all'esterno dei frutti. Mediante prove di microscopia elettronica si valuterà l'effetto della sonicazione sulla struttura esterna di agrumi e pomacee. Gli esperimenti saranno condotti su frutti inoculati artificialmente con sospensioni conidiche e su frutti sani sottoposti a conservazione refrigerata e/o condizioni simulate di mercato. I trattamenti saranno effettuati prima, in concomitanza e dopo aver ferito o inoculato i frutti per valutare la dinamica di sviluppo dei marciumi e l'eventuale azione preventiva, curativa e/o antisporulante dei principi attivi. La risposta dei frutti alle condizioni sperimentali adottate sarà valutata anche attraverso il monitoraggio attività fisiologica e delle caratteristiche qualitative. Sulla base di studi preliminari condotti dall'Istituto volti ad elevare le caratteristiche salutistiche dei frutti proseguiranno le ricerche sugli gli effetti della conservazione in atmosfera con elevate concentrazioni di ossigeno. Gli studi saranno condotti su varie specie di agrumi, susine e uva da tavola. Le ricerche prevedono anche trattamenti combinati con raggi ultravioletti, per esaltare l'azione dell'ossigeno. Gli effetti dei trattamenti saranno valutati mediante analisi sulle caratteristiche reologiche, organolettiche, nutritive, nutraceutiche e funzionali. Proseguirà lo studio sugli effetti dei trattamenti postraccolta sull'attività delle PGIPs nei confronti della patogenesi del P. digitatum. In particolare si valuterà l'influenza dei trattamenti termici sull'attività specifica della PGIP nei confronti dell'infezione da P. digitatum. Saranno condotti specifici studi sulle alterazioni cuticolari al fine di prevenire e/o risanare la formazione di potenziali siti di infezione con trattamenti postraccolta mediante ultrasuoni, luce UV-C e trattamenti chimici (etanolo, metanolo etc.). L'effetto dei trattamenti e delle condizioni di conservazione sarà studiato mediante osservazioni al SEM e TEM e monitorata l'incidenza delle alterazioni microbiologiche in relazione alle condizioni sperimentali adottate.
Punti critici e azioni da svolgere:
I punti critici riguardano la carenza delle risorse finanziarie e il notevole ritardo sia dell'iter di valutazione dei progetti presentati sia dei finanziamenti dei progetti approvati.
Risultati attesi nell'anno:
Realizzare, progettare, e ottimizzare le condizioni di 'modified atmosphere packaging' utilizzando pellicole derivanti da materiali di biodegradabili ottenute da risorse rinnovabili. I risultati conseguiti nel corso del primo anno del progetto saranno utilizzati dagli altri partner partecipanti al progetto per ottimizzare attraverso modifiche strutturali e/o inclusione di sostanze compatibili con le produzioni biologiche e con le disposizioni comunitarie relative ai requisiti richiesti per le materie biodegradabili. L'applicazione dei film biodegradabili opportunamente modificati dalle istituzioni scientifiche e prodotte dalle industrie partecipanti al progetto, dovrà creare condizioni sfavorevoli allo sviluppo dei patogeni e favorevoli al rallentamento dell'attività fisiologica ed al mantenimento della qualità commerciale, nutrizionale, nutraceutica e sensoriale dei pomodori ciliegino e delle pesche. Sviluppare protocolli sperimentali eco-sostenibili, da trasferire agli operatori commerciali, per la difesa postraccolta dei frutti contro le alterazioni microbiologiche e ridurre il rischio di insorgenza di ceppi resistenti. Fare luce sugli effetti causati dai trattamenti postraccolta degli agrumi con acidi carbonici, sulle interazioni ospite-patogeno durante il normale processo patogenetico. Individuare le condizioni ottimali per ridurre i danni da trattamento (ustioni, imbrunimenti, disidratazione, alterazione delle caratteristiche organolettiche) provocati dai raggi UV e gli ultrasuoni, senza compromettere l'efficacia nel controllo dei patogeni postraccolta. Definire le condizioni ottimali (tempi, temperature e umidità relativa) per la sottrazione del calore di campo per rallentare l'attività fisiologica dei frutti dopo la raccolta, in relazione alla specie, cultivar e stadio di maturazione del prodotto Definire le condizioni sperimentali (concentrazione di ossigeno e durata del trattamento) necessarie per massimizzare, nelle arance sanguigne e nell'uva rossa da tavola, l'accumulo degli antociani, al fine di aumentare il valore nutraceutico. Ciò in funzione dell'epoca di raccolta e della temperatura di conservazione. Allargare le conoscenze di base sulla fisiologia postraccolta del melograno e del ficodindia, minimamente trasformati e prolungare la shelf-life.
Iniziative per l'acquisizione di ulteriori entrate:
Sono stati presentati i seguenti progetti attualmente in fase di valutazione: Progetto PRIN 2009 (MIUR-CNR): Tecnologie post-raccolta finalizzate al mantenimento e/o incremento delle caratteristiche qualitative e nutraceutiche in frutti di ficodindia conservati freschi o come prodotti minimamente trasformati. Progetto Prin 2009, "Caratterizzazione fisiologica e molecolare dell'effetto di nuovi inibitori della biosintesi di tricoteceni in Fusarium culmorum". Progetto: Life + Natura e Biodiversità; Titolo: Biodiversity and integrated restoration of Mediterranean coastal sand dunes. Progetto: Legge Regionale 7 agosto 2007, n. 7 "Promozione della ricerca scientifica e dell'innovazione tecnologica in Sardegna"; Titolo: Analisi delle correlazioni tra fattori ambientali e patologie tiroidee in Sardegna attraverso l'uso di tecnologie biomediche, chimiche, biochimiche e statistiche. Progetto Bilaterale con L'Argentina (Università Nazionale La Plata, CONICED) Titolo: Tecnologie a basso impatto ambientale per preservare la qualità postraccolta dei prodotti ortofrutticoli durante il trasporto. Rapporto di consulenza all'impresa Feudi della Medusa per ottimizzare la forzatura dell'asparago in coltura protetta. In particolare ha il compito di verificare l'impatto della forzatura in serre foto-voltaiche e delle condizioni colturali sulle qualità nutrizionali e sulla conservabilità degli aspargi.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus