Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Descrizione
commessa
Gestualita', oralita' e lingua scritta nello sviluppo e nella lingua dei segni


Tematiche di ricerca:
La commessa studia l'acquisizione e l'uso della lingua parlata e scritta e della lingua dei segni in un'ottica multi-modale e di confronto interlinguistico. Si articola in tre tematiche. La prima esamina le relazioni fra sviluppo cognitivo, motorio, linguistico e pragmatico, con particolare attenzione al ruolo di azioni e gesti, in bambini di diverse fasce di età, anche con sviluppo atipico (sordità, disturbi di linguaggio, ritardi mentali, autismo) e in riferimento a lingue e culture diverse. La seconda studia i processi di lettura in bambini, normo-lettori e con dislessia evolutiva, e in adulti, di diversa età e provenienza culturale; analizza il ruolo delle conoscenze lessicali, morfo-lessicali e ortografico-fonologiche in interazione con abilità di lettura, fattori percettivo-attenzionali, modalità di insegnamento, ed età di acquisizione delle parole. La terza esamina l'acquisizione e l'uso della Lingua dei Segni Italiana (LIS), per chiarire il ruolo di tratti specifici della modalità nella formazione delle strutture linguistiche rispetto ai tratti universali che risultano essere indipendenti dai canali in cui la lingua si esprime.
Obiettivi:
- Studiare i rapporti fra modalità gestuale, orale e scritta, per individuare i tratti universali e linguo-specifici della comunicazione linguistica. - Fornire modelli esplicativi e banche dati sui processi di acquisizione e uso della lingua parlata e scritta in bambini con sviluppo tipico e atipico (bambini sordi, con dislessia evolutiva, con disturbo specifico del linguaggio, con sindrome di Down e con Disturbi Generalizzati dello Sviluppo), in bambini bilingui figli di genitori migranti e della Lingua dei Segni, in una prospettiva interlinguistica. - Elaborare e standardizzare strumenti di osservazione/valutazione della comunicazione e del linguaggio (vocale, scritto, segnico) per l'individuazione precoce di bambini a rischio, per un appropriato sviluppo comunicativo e linguistico e per descrivere profili di sviluppo tipico e atipico e le differenze individuali fra i bambini. Le ricerche sono condotte nell'ambito di una rete di collaborazioni nazionali e internazionali.
Stato dell'Arte:
L'esplorazione e la modellizzazione dei tratti multimodali (acustico-vocali e visivo-gestuali) comuni a diversi linguaggi (parlato, scritto, lingua dei segni) hanno oggi una particolare rilevanza alla luce di nuove teorie che evidenziano l'esistenza di un legame unitario profondo fra processi sensoriali e motori che si esplicano in diverse modalità e/o canali recettivi/espressivi. Questi sarebbero implicati nelle strutture neurali sottostanti le abilità simboliche e linguistiche, sia di natura gestuale che vocale. In questa prospettiva, le ricerche sulle Lingue dei Segni e quelle relative all'uso di forme diverse di espressione linguistica (segnata, parlata, scritta) in bambini e adulti udenti, sordi e con disturbi cognitivi e/o linguistici di diversa eziologia costituiscono alcuni dei settori più avanzati e promettenti per acquisire una conoscenza più profonda della natura e delle proprietà distintive del linguaggio umano, e delle basi cognitive, sensoriali e neurofisiologiche ad esse sottostanti. Le ricerche sono sviluppate in un quadro comparativo interlinguistico e interculturale, anche nell'ambito di collaborazioni prestigiose nazionali ed internazionali.
Potenziale Impiego:
per processi produttivi:
A) Protocolli diagnostici per la valutazione delle abilità cognitive, linguistiche e di lettura in bambini con deficit cognitivo e/o linguistico utilizzabili da strutture sanitarie e di riabilitazione del territorio. Modelli di follow-up e presa in carico di bambini a rischio. B) Banche dati sul lessico parlato e scritto dei bambini e sull'età di acquisizione delle parole, da usarsi come dati di riferimento per il potenziamento delle abilità linguistiche orali e della lettura lessicale. C) Sviluppo di materiali e software didattici per bambini con sviluppo tipico, sordi e con deficit cognitivi utili in contesti educativi e di riabilitazione. Strumenti per l'integrazione di bambini figli di genitori migranti e di bambini e adulti in situazione di di handicap, con particolare riferimento alla messa a punto di nuove metodologie per l'educazione al linguaggio di bambini e adulti sordi. Produzione di strumenti didattici (dizionari, manuali, testi narrativi in LIS) al fine di incrementare la diffusione e l'insegnamento della LIS e il suo utilizzo in contesti educativi (educazione bilingue per bambini e giovani adulti sordi, anche in contesti E-learning).
per risposte a bisogni individuali e collettivi:
Nuovi strumenti di osservazione e valutazione diretti e indiretti per valutare e descrivere le traiettorie di sviluppo e le differenze individuali in particolare in bambini fra 12-36 mesi e in bambini bilingui figli di genitori migranti. Modelli di intervento educativo e riabilitativo per persone (bambini e adulti) in situazione di handicap. Elaborazione di strumenti per valutare le competenze linguistiche di bambini e adulti in LIS. Individuazione di forme appropriate per la scrittura della LIS che permettano alla comunità dei segnanti di usare questa lingua non solo nella comunicazione faccia a faccia ma anche in quella a distanza, e che consentano di sviluppare nuovi sistemi di trascrizione e notazione di dati in LIS. Individuazione degli aspetti dello sviluppo linguistico che più contribuiscono ai processi di comprensione e acquisizione del vocabolario, per verificarne l'impatto sull'apprendimento e l'efficienza della lettura sia in normo-lettori che in ragazzi con dislessia evolutiva. Le attività, portate avanti anche in collaborazione con Associazioni ed Enti Pubblici e Privati, prevedono lo sviluppo di modelli e strumenti fruibili da strutture scolastiche e sanitarie.
Competenze, strumentazione, tecniche di indagine e tecnologie :
Competenze (conoscenze possedute dai partecipanti alla commessa rilevanti ai fini del suo svolgimento):
Competenze: - nell'analisi dello sviluppo della comunicazione e del linguaggio in bambini con sviluppo tipico e atipico, con particolare riferimento alla modalità gestuale e ai rapporti fra modalità non verbale e verbale; - nell'analisi dei parametri motori relativi a gesti e azioni; - nell'analisi delle caratteristiche strutturali della Lingua dei Segni Italiana e dei processi di acquisizione e uso; - nella costruzione, validazione e uso di strumenti di valutazione della comunicazione e del linguaggio (anche in Lingua dei Segni Italiana); - nella costruzione, validazione e uso di strumenti per la valutazione e riabilitazione delle capacità di lettura in età evolutiva; - nella formazione professionale degli operatori dei servizi sanitari, educativi e scolastici; - nella elaborazione e gestione di database linguistici complessi.
Strumentazione (dispositivi, apparecchiature o impianti utilizzati per lo svolgimento delle attività):
- Apparecchiature per la raccolta, analisi e rielaborazione di materiale audiovisivo - Apparecchiature e software per la gestione di esperimenti di psicolinguistica su adulti e bambini - Stanza di osservazione con specchio unidirezionale - Laboratorio di psicolinguistica sperimentale - Software per l'analisi statistica dei dati - Protocolli di valutazione per le competenze cognitive comunicative e linguistiche di bambini, ragazzi e adulti - Protocolli di valutazione delle capacità di lettura di bambini, ragazzi e adulti - Piattaforma ecologica non invasiva di sensori indossabili per la rilevazione del movimento - Apparecchiatura Eye Tracker (TOBII 1750) e relativi software per l'analisi dei pattern di attenzione visiva in persone sorde e udenti (funzionale per lo svolgimento di parte delle attività previste all'interno del Progetto MIUR-FIRB "E-learning, sordità, lingua scritta: un ponte di lettere e segni per la società della conoscenza" / VISEL (RBNE074T5L –v. www.visel.cnr.it/).
Tecniche d'indagine (metodologie per la comprensione di fenomeni o strutture attraverso l'impiego combinato di competenze e strumentazione):
- Tecniche di osservazione indiretta (questionari) e diretta, in situazioni spontanee(interazioni con caregivers e/o fra pari) e strutturate (interviste, test), e in diversi contesti: familiare, scolastico, di valutazione. - Metodologie di ricerca sperimentale in psicolinguistica: presentazione on-line di stimoli sperimentali e rilevazione dei tempi di reazione e dell'accuratezza nell'esecuzione dei compiti (lettura ad alta voce, decisione lessicale, denominazione di figure etc). - Esame dei pattern di attenzione visiva e delle strategie interattive di apprendenti sordi nell'interazione uomo-computer (HCI). - Metodiche di analisi linguistica per la costituzione, la conservazione e l'analisi (anche tramite strumenti informatici multimediali) di corpora di lingua dei segni e linguaggio parlato nella comunicazione faccia-a-faccia, e nella comunicazione in forma scritta (sistema Sign Writing-SW).
Tecnologie (Metodologie di modellazione o di intervento su oggetti e sistemi):
Nell'ambito del Progetto MIUR-FIRB "E-learning, sordità, lingua scritta: un ponte di lettere e segni per la società della conoscenza" / VISEL (RBNE074T5L – 2009-2012, coord: A. Oddi, avviato nel 2009 v. www.visel.cnr.it/), ci si propone di progettare ed elaborare un prototipo di piattaforma e-learning innovativo per promuovere le abilità (recettive ed espressive) nella lingua scritta di adulti e studenti sordi (scuola superiore e Università), rispondendo alle esigenze specifiche di questo gruppo di apprendenti, e tenendo conto delle potenzialità che essi possiedono nel canale visivo. L'obiettivo è un sistema di insegnamento a distanza in cui i materiali didattici siano disponibili in diverse forme, con una sperimentazione innovativa di forme di comunicazione linguistica che includono, oltre all'italiano scritto, la Lingua dei Segni Italiana (LIS) presentata per la prima volta non solo nella forma faccia-a-faccia ma anche in forma scritta.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus