Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Descrizione
commessa
Modelli Biologici dei Sistemi Cognitivi


Tematiche di ricerca:
Gli studi sperimentali riguardano i seguenti temi: categorizzazione e ragionamento analogico, percezione visiva, uso di strumenti, memoria, capacitÓ di inibizione, capacitÓ simboliche, conoscenza dello spazio, motivazione intrinseca, apprendimento e tradizioni culturali, competizione e cooperazione nelle interazioni sociali, gioco, contagio emotivo e meccanismi imitativi. Queste tematiche sono studiate in diverse specie del genere Cebus sia nel Centro Primati a Roma, sia per alcune di esse, in condizioni naturali in Brasile. Alcune di queste tematiche sono indagate con studi comparativi che coinvolgono anche bambini in etÓ prescolare, umani adulti, cani domestici e, grazie alla nostra rete di collaborazioni, altre specie di primati. Nel 2010 sono iniziati esperimenti volti a valutare il ruolo della motivazione intrinseca nell'apprendimento di compiti nuovi. Svolgiamo inoltre attivitÓ di formazione per personale del settore e attivitÓ didattica per studenti di ogni ordine e grado.
Obiettivi:
Identificazione di somiglianze e differenze nell'organizzazione cognitiva di diverse specie di primati, compreso l'uomo. Comparazione dei comportamenti e delle capacitÓ cognitive in cattivitÓ e in natura in diverse specie di primati non umani. Ricostruzione del percorso evolutivo che ha portato all'emergenza della specie Homo sapiens. Divulgazione scientifica dei risultati di ricerca.
Stato dell'Arte:
Per comprendere l'evoluzione biologica, comportamentale e culturale della specie umana Ŕ necessario studiare il comportamento e le capacitÓ cognitive dei primati non umani. La comparazione dei risultati ottenuti con quelli di analoghi studi effettuati sull'uomo, in particolare sui bambini, permette di identificare uguaglianze e differenze nell'organizzazione cognitiva delle diverse specie e di tracciare i percorsi evolutivi che hanno portato ad Homo sapiens. Infine, dato che il comportamento di uso di strumenti ad opera dei nostri antenati ha lasciato tracce solo nei manufatti litici, la possibilitÓ di studiare popolazioni di primati non umani che usano strumenti e delle condizioni ecologiche che ne favoriscono insorgenza e diffusione permette di ricostruire aspetti fondamentali dell'evoluzione della nostra specie. Su queste tematiche inizierÓ nel 2012 un Progetto ERC intitolato Primate Archeology che intende comparare in modo sistematico i reperti litici di scimmie, scimmie antromorfe e ominini.
Potenziale Impiego:
per processi produttivi:
per risposte a bisogni individuali e collettivi:
Le conoscenze sulla cognizione animale informano ed influenzano le politiche di protezione e promozione del benessere animale. In particolare, la conoscenza degli animali selvatici serve a promuovere e a favorire le politiche di conservazione nei paesi in via di sviluppo. I primati hanno un forte impatto emotivo sulle persone e pertanto sono spesso usati come specie-simbolo per proteggere la biodiversitÓ di interi ecosistemi. Inoltre, una corretta interpretazione della relazione evolutiva fra l'uomo e gli altri primati consente di caratterizzare la natura stessa dell'intelligenza umana fungendo da potenziale argine contro politiche di discriminazione razziale. Infine, una prospettiva comparativa pu˛ contribuire al dibattito corrente sull'efficacia di modelli impliciti versus modelli espliciti di insegnamento e apprendimento.
Competenze, strumentazione, tecniche di indagine e tecnologie :
Competenze (conoscenze possedute dai partecipanti alla commessa rilevanti ai fini del suo svolgimento):
Biologi, naturalisti, psicologi e filosofi coinvolti nella Commessa cooperano nel mettere a punto disegni sperimentali in grado di valutare e comparare i comportamenti e le capacitÓ cognitive presenti nelle varie specie di primati.
Strumentazione (dispositivi, apparecchiature o impianti utilizzati per lo svolgimento delle attivitÓ):
La risorsa chiave per l'attivitÓ della commessa Ŕ rappresentata dal Centro Primati, creato nel 1984, ospitato all'interno della Fondazione del Bioparco di Roma grazie ad una Convenzione fra i due enti. Il Centro ospita 28 individui della specie di primati sudamericani Cebus apella che vivono in 4 gruppi sociali. Sono presenti arricchimenti volti a favorire il loro benessere psico-fisico. Ciascuna gabbia presenta spazi interni ed esterni dove vengono svolte le attivitÓ sperimentali. Nella parte esterna le scimmie possono essere osservate sia dai ricercatori che svolgono osservazioni comportamentali che dai visitatori del Bioparco. La presentazione di problemi, stimoli e test cognitivi avviene sia in modo diretto che attraverso procedure computerizzate (touch-screen e oggetti dotati di sensori). Alcune ricerche si svolgono in Brasile nello stato del PiauÝ in un Centro costruito in collaborazione con studiosi americani e brasiliani nell'ambito del Progetto EthoCebus (www.EthoCebus.net). Questo Centro ospita apparecchiature (computer, sistemi video, strumentazioni per la raccolta di parametri ecologici e georefenziati) e permette di alloggiare 4 ricercatori alla volta.
Tecniche d'indagine (metodologie per la comprensione di fenomeni o strutture attraverso l'impiego combinato di competenze e strumentazione):
Osservazione del comportamento spontaneo, stimolazione di particolari comportamenti attraverso modificazione del contesto sociale e fisico. La presentazione di problemi, stimoli e test cognitivi avviene sia in modo diretto che attraverso procedure computerizzate (touch-screen e oggetti dotati di sensori). Durante il check-up annuale previsto per Legge vengono periodicamente raccolti parametri biologici (valori ematici, temperatura, peso corporeo, etc.) Inoltre nell'ambito di collaborazioni ad hoc raccogliamo campioni di saliva (per analisi genetiche), campioni di siero (per la messa a punto di modelli di sviluppo di patologie allergiche spontanea) e campioni di feci (per analizzare il tasso di escrezione di corticosteroidi), campioni ematici per l'analisi del polimorfismo del gene codificante per il trasportatore della serotonina. In Brasile vengono adottate procedure osservazionali del comportamento spontaneo, di raccolta di parametri ecologici e georeferenziati. Inoltre sono state messe a punto delle tecniche per condurre esperimenti sul campo con individui che volontariamente vi partecipano.
Tecnologie (Metodologie di modellazione o di intervento su oggetti e sistemi):
Utilizzo di Elan, Mathlab, E-prime e Motus. Si intende anche acquistare l'Observer XT 10 per la raccolta automatica di dati compotamentali e la loro analisi statistica. Realizzazione di filmati in grado di consentire la microanalisi comportamentale. Realizzaziobne di filmati a scopo divulgativo. Utilizzo di software ad-hoc per la registrazione della attivitÓ manipolative su oggetti dotati di sensori elettronici. Analisi ormonali e genetiche condotte in collaborazione con ricercatori di altre istituzioni.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus