Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività commessa
Nanoingegneria chimica computazionale e strutturale (NICCS)


  anni:  2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014 

Stato di Avanzamento attività anno 2007

Previsione attività per l'anno 2007
Risultati conseguiti:
Nell'ambito delle attività sperimentali, è stata determinata mediante diffrazione di raggi X a diverse temperature, la struttura e la densità elettronica di sistemi supramolecolari caratterizzati da legami ad alogeno ed, in generale, di molecole di particolare interesse per la farmacologia e l'optoelettronica. E' inoltre continuato lo sviluppo di algoritmi e software per l'analisi delle densità elettroniche sperimentali, al fine di ricavarne le proprietà molecolari (potenziale e momenti elettrostatici) ed energetiche (interazioni farmaco-recettore, riconoscimento molecolare, crystal engineering).Nell'ambito della modellistica computazionale, sono stati studiati e sviluppati descrittori quantistici molecolari per: (a) descrivere a livello molecolare le proprietà dei materiali, (b) guidare la sintesi di nuovi materiali attraverso la progettazione molecolare, (c) individuare e comprendere i processi chimici fondamentali in ambienti complessi. In particolare, si è esplorato l'uso della "funzione sorgente" nello studio del legame metallo-metallo, utilizzando densità elettroniche ab-initio. Si è infine sviluppato del software per simulazioni di dinamica quantistica.
Risorse strumentali:
Per il calcolo ci si è avvalsi di due cluster, rispettivamente di 7 e 16 bi-processori i686, e di un cluster di 8 mono-processori i686. Tuttavia per lo sviluppo del progetto CARIPLO riguardante le memorie non volatili a cambiamento di fase si è dovuto far ricorso a piattaforme di calcolo esterne (CILEA), che garantissero maggiore velocità e prestazioni.Per gli studi di diffrazione di raggi X sono stati utilizzati un diffrattometro APEX CCD 2000, dotato di un criostato OXFORD ad azoto liquido, ed un diffrattometro a quattro cerchi Syntex P1 (detector convenzionale), equipaggiato con un criostato CRYODYNE a ciclo chiuso di elio.
Punti critici:
Il principale punto critico è l'assenza di personale di ricerca, sia in formazione che a tempo determinato e indeterminato. A ciò si aggiunga il disagio del personale in attività che spesso si trova coinvolto (anche per effetto dell'elevata età media) in incarichi di "referaggio" di lavori e di progetti internazionali, nonchè nell'organizzazione scientifica di eventi di risonanza internazionale, e non vede riconosciuto in alcun modo, da parte del CNR, il peso e l'importanza strategica di tale attività.A tale scopo è stata richiesta dall'Istituto l'assegnazione di 1 Assegno di Ricerca biennale nell'ambito del progetto PROMO per la 'creazione di una piattaforma di calcolo e modellistica nell'area della Optoelettronica e Fotonica ibrida'. Tale richiesta è tuttora in attesa di risposta. In generale, l'inadeguatezza dei finanziamenti e i ritardi nella loro erogazione rallentano il processo di aggiornamento delle strumentazioni scientifiche e di calcolo che, per la natura degli obiettivi proposti e al fine di non pregiudicarne il raggiungimento, devono essere sempre innovative.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus