Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività commessa
Ontologia di riferimento per l'integrazione di servizi e organizzazioni nella Pubblica Amministrazione e nelle Aziende


  anni:  2005   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014 

Stato di Avanzamento attività anno 2010

Previsione attività per l'anno 2010
Risultati conseguiti:
Ontologie per la Pubblica Amministrazione e dei servizi Nell'ambito del progetto ICT4LAW, si è avviato a un gruppo di lavoro sulla nozione di contratto che è centrale nella regolamentazione dei servizi. In collaborazione con SAP Research Karlsruhe, nel progetto Ontological Foundations for Services Science, si è modellato il ciclo di vita del servizio e le relative ricadute sulla catena del valore. Nell'ambito del progetto CSS si è applicato il modello ontologico dei servizi al caso dei servizi erogati dalle politiche sociali e abitative. Si è partecipato, in collaborazione con l'Università di Trento, alla gestione del master internazionale sulle tecnologie di e-government. Ontologia sociale Analisi concettuale delle nozioni di fallimento e impasse nello studio dei sistemi socio-tecnici. L'ipotesi è che la comprensione della dinamica dei sistemi istituzionali e dei processi che li coinvolgono sia più profonda andando ad analizzare le situazioni di fallimento/impasse di tali sistemi che spesso forzano un cambiamento del sistema stesso. In particolare l'impasse in contesti istituzionalizzati, ad esempio l'e-goverment, rivela l'importanza della modellazione della nozione di regola sociale (o norma) e della possibilità di infrazione per uscire dall'impasse stesso. Nel progetto EUJOINT, si è proseguito lo studio della nozione di ruolo identificando diverse tipologie di ruolo sulla base dei tipi di entità coinvolti nella loro definizion. Si è inoltre introdotta la nozione di prospettile che cerca di integrare in un'unica entità il contesto, in particolare il ruolo all'interno di un'organizzazione, e l'attore immerso in tale contesto (ruolo) organizzativo. Ontologie fondazionali Raffinamento della teoria dei livelli che definisce in modo uniforme le relazioni di costituzione, inerenza, dipendenza ed astrazione. Proseguimento del lavoro di fondazione di alcune nozioni ontologiche in termini empirici, epistemici o cognitivi. Si è mostrato come una teoria epistemica della misura possa spiegare la condivisione inter-soggettiva non solo dei risultati delle misure ma anche delle percezioni sensoriali senza far riferimento ad una dimensione oggettiva. Corso a ESSLLI10 sulle nozioni ontologiche fondamentali dal titolo "Objects, events, qualities: an introduction to formal ontological distinctions in DOLCE". Ontologia e risorse lessicali In collaborazione con con l'IRIT-CNRS e l'università di Osnabruck, analisi ontologica della risorsa Framenet, utilizzata in applicazioni di question answering, con l'obiettivo di migliorarne la struttura e la semantica. Nel tutoring di uno studente di master HLTI (Università di Trento), sviluppo di metodi semi-automatici per il miglioramento della coerenza ontologica e semantica di WordNet. Contributo allo sviluppo del portale semantico TasLab nell'ambito dell'omonimo progetto della Provincia Autonoma di Trento e perfezionamento della metodologia per il supporto alla costruzione di ontologie TMEO attualmente utilizzata nell'arricchimento della risorsa linguistica per l'Italiano "Senso Comune". Semantica del discorso, sviluppo SDRT In collaborazione con l'IRIT-CNRS, costruzione di un corpus di discorsi annotati con relazioni di discorso e pubblicazione del manuale di annotazione. Si è inoltre rivista la composizionalità degli avverbi di localizazzione e iniziato uno studio sulle relazioni di discorso causali. Nell'ambito del progetto ILIKS si è organizzato un workshop a ESSLLI10 sulle "Theories of Information Dynamics and Interaction and their Application to Dialogue" assieme a Emiliano Lorini. Ontologia della funzionalità e degli artefatti Il lavoro sui fondamenti ontologici delle nozioni di funzionalità e artefatto ha portato al progetto Marie Curie "EuJoint" per lo scambio di ricercatori che si concentra su ontologie fondazionali, ruoli e agenti, artefatti e prodotti, funzionalità e malfunzionamento. Ontology-driven knowledge management La collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie sulla metodologia per la gestioni dati relativi al conferimento dei campioni si è estesa con un nuovo progetto dedicato alla comunicazione del rischio correlato al consumo degli alimenti con particolare interesse ai dati microbiologici. Associazione internazionale Partecipazione alla gestione della "International Association for Ontology and its Applications", costituita per iniziativa del nostro laboratorio, con presidente Nicola Guarino che vede coinvolti nello "executive council" Laure Vieu e Stefano Borgo. L'associazione promuove lo sviluppo della ricerca interdisciplinare e della collaborazione internazionale nel campo dell'Ontologia e delle connesse problematiche in ambito filosofico, linguistico e logico, nonché delle sue applicazioni in ambito informatico, con particolare riferimento alle metodologie di analisi ontologica per la modellazione concettuale, l'ingegneria dello conoscenza, lo sviluppo di sistemi informativi e le tecnologie semantiche in genere.
Punti critici:
L'aspetto più critico riguarda la necessità acquisire persone con la competenza e le motivazioni necessarie per fare da ponte tra ricerca e applicazioni. Grazie all'attrattività del nostro laboratorio, sicuramente non avremmo difficoltà a trovare tali persone se avessimo le risorse per bandire un call internazionale con un trattamento economico adeguato, nonostante l'estrema competizione nel settore delle tecnologie semantiche in Europa. Purtroppo siamo sotto massa critica per pensare a concrete prospettive di trasferimento tecnologico, proprio in un momento in cui la domanda del mercato potrebbe ancora essere abbastanza consistente, anche se ormai con un trend negativo, temo. Anche la partecipazione a bandi europei (quasi tutti fortemente orientati al trasferimento tecnologico) risulta in questo momento estremamente onerosa, in assenza di risorse dedicate.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus