Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività commessa
Ontologia di riferimento per l'integrazione di servizi e organizzazioni nella Pubblica Amministrazione e nelle Aziende


  anni:  2005   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014 

Stato di Avanzamento attività anno 2009

Previsione attività per l'anno 2009
Risultati conseguiti:
Ontologia delle organizzazioni: È proseguita l'analisi della natura ontologica delle organizzazioni, con particolare attenzione alla relazione tra organizzazioni e piani. L'ipotesi esplorata è che il design della struttura di un'organizzazione rifletta la pianificazione che l'organizzazione fa per raggiungere i propri obiettivi: esiste un evidente parallelo tra la struttura gerarchica di un'organizzazione e quella di un piano, basata su una relazione di refinement tra piani generali e specifici, e caratterizzata da meccanismi di delega di sotto-goals. In questa prospettiva è iniziata un'analisi dei formalismi logici più adeguati per specificare un'organizzazione in termini del corrispondente piano, quali le logiche dinamiche e il situation calculus, nonchè delle relative assunzioni ontologiche. Ontologia dei servizi: Accanto all'ontologia delle organizzazioni, è iniziato un nuovo filone di ricerca sull'ontologia dei servizi. Nonostante il suo ruolo fondamentale in economia e la crescente diffusione del paradigma service-oriented nelle tecnologie ICT, il termine "servizio" risulta tuttora estremamente ambiguo, e la sua comprensione richiede un approccio interdisciplinare nuovo, come sottolineato nella proposta IBM della services science. In questa prospettiva è iniziato un lavoro di analisi ontologica della nozione di servizio che ha portato ad una proposta originale, che concepisce un servizio come un processo complesso dipendente da un commitment, cioè dalla disponibilità a svolgere certe azioni in presenza di opportune condizioni. Tale proposta si è sviluppata sia in una prospettiva fondazionale che in una prospettiva applicativa, anche nell'ambito della tematica "Future internet of services" del settimo Programma Quadro. Ontologie per la Pubblica Amministrazione: Si sono applicati i risultati relativi all'ontologia dei servizi e delle organizzazioni al caso dei servizi di e-Government, con particolare attenzione alla necessità di valutare la qualità e l'impatto di tali servizi in quanto processi globali che coinvolgono persone e organizzazioni. Si è inoltre portato a termine, in collaborazione con il Servizio Politiche Sociali e Abitative della PAT, il lavoro di analisi e ristrutturazione terminologica e semantica del Catalogo delle Organizzazioni e delle Unità Operative, e sono proseguiti gli interventi di analisi e di formazione sulle problematiche dell'interoperabilità semantica relativi al caso di studio delle case di riposo. Si è infine partecipato, in collaborazione con l'Università di Trento, alla gestione del primo International Master on e-Government Technologies. Estensioni dell'ontologia fondazionale DOLCE: Nella prospettiva di una nuova versione dell'ontologia fondazionale DOLCE, si sono analizzate diverse strategie di modellazione nell'ambito del cosiddetto approccio moltiplicativo e della teoria dei livelli onologici, che portano all'introduzione di nuove entità. Si è verificato come due specifiche strategie, entity stacking e property reification, risultino essenziali per la modellazione di ruoli e artefatti. Si è inoltre studiata la possibilità di semplificare la relazione di parte temporale per gli oggetti, esprimendola in termini di una relazione di costituzione. Ontologie per l'integrazione di conoscenze aziendali: Nell'ambito del progetto TOCAI si sono analizzati i domini SELEX e Think3, relativi a prodotti e componenti in ambito elettronico e meccanico, anche alla luce dei risultati ottenuti in precedenza sull'ontologia degli artefatti. Si sono inoltre studiate alcune tecniche per scoprire in modo semi-automatico errori ontologici nei strati bassi delle ontologie "light", e si è sviluppata una metodologia (TMEO - Tutoring Methodology for the Enrichment of Ontologies) che sfrutta l'integrazione tra ontologie generali e risorse linguistiche per la costruzione di ontologie di dominio a partire da termini in linguaggio naturale, la cui connotazione ontologica viene elicitata mediante semplici domande. Si è inoltre contribuito all'organizzazione scientifica della conferenza FOMI 2008 (Formal Ontology Meets Industry), tenutasi a Torino. Semantica del discorso: Nell'ambito del progetto ANNODIS, relativo alla costituzione di un corpus di testi annotati con relazioni di discorso, in collaborazione con IRIT-CNRS, si sono introdotte nell'approccio SDRT alcune nuove relazioni, quali entity-elaboration e description-continuation, la cui necessità è emersa dall'analisi dei dati. Ontologia e rappresentazione della conoscenza: Si è proposto un metodo di rappresentazone dei vincoli temporali della relazione di parte (che caratterizzano la distinzione tra parti essenziali, obbligatorie e immutabili) mediante una logica descrittiva temporale basata sulla nozione di "stato" di una relazione.
Punti critici:
L'aspetto più critico riguarda la necessità acquisire persone con la competenza e le motivazioni necessarie per fare da ponte tra ricerca e applicazioni. Grazie all'attrattività del nostro laboratorio, sicuramente non avremmo difficoltà a trovare tali persone se avessimo le risorse per bandire un call internazionale con un trattamento economico adeguato, nonostante l'estrema competizione nel settore delle tecnologie semantiche in Europa. Purtroppo siamo sotto massa critica per pensare a concrete prospettive di trasferimento tecnologico, proprio in un momento in cui la domanda del mercato potrebbe ancora essere abbastanza consistente, anche se ormai con un trend negativo, temo. Anche la partecipazione a bandi europei (quasi tutti fortemente orientati al trasferimento tecnologico) risulta in questo momento estremamente onerosa, in assenza di risorse dedicate.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus