Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività commessa
Ontologia di riferimento per l'integrazione di servizi e organizzazioni nella Pubblica Amministrazione e nelle Aziende


  anni:  2005   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014 

Stato di Avanzamento attività anno 2014

Previsione attività per l'anno 2014
Risultati conseguiti:
A. Ontologia dei sistemi socio-tecnici Progetto VISCOSO (riconoscimento situazioni di crisi): studiate logiche per modellare sistemi socio-tecnici in sinergia con il progetto LASTS; approfondimento dell'ontologia dei gruppi in sinergia con il progetto STACCO. Sviluppata una logica lineare (sensibile alle risorse), per modellare gli artefatti e l'interazione tra agenti umani e artificiali; proposta di logiche non classiche per la modellazione ontologica. In particolare, di una logica lineare additiva per la modellazione di procedure di aggregazione di gruppi sociali. Costruito un modello ontologico della group agency con applicazioni alla modellazione delle organizzazioni. Caso di studio (aeroporto di Verona): quasi ultimato lo studio etnografico ed ultimata la raccolta dati di un esperimento in ambito cognitivo concernente l'influenza degli stati emotivi e dello stress sulla propensione al rischio nelle decisioni. Collezionati due dataset di videoriprese focalizzate sulla spectator crowd, sui quali si è avviato uno studio comparativo, utilizzando tecniche di computer vision che integrano l'analisi sociologica. Costruita una metodologia di acquisizione automatica di training set da internet su basi semantiche. Progetto STACCO: Studio della nozione di intenzionalità collettiva classica e analisi della distinzione tra contenuti concettuali e non concettuali del significato. Sviluppata la tesi che la dimensione non concettuale del significato è associativa, estetica e pratica, cioè legata sia all'esperienza e alla percezione che all'azione impulsiva. Analisi della nozione di tentativo e del trattenersi. Elaborazione di una nozione di controllo interpersonale necessaria a caratterizzare l'aiuto, ed elaborazione di una teoria dell'aiuto. Analisi del ritmo e dell'interazione sociale. Analisi della nozione di impasse nel suo rapporto con la dimensione istituzionale del conflitto e del potere. Analisi delle relazioni di potere legate alle situazioni di impasse. Approfondimento ed elaborazione della nozione di prospettile con l'obiettivo di cogliere la peculiare identità degli oggetti sociali. Critica alla nozione di oggetto sociale sviluppata da Searle, che non permette di comprendere cosa sia un oggetto sociale inteso come token. Ontologia degli artefatti: In conclusione il progetto GECKO (modellazione dei sistemi di produzione in ambito manifatturiero), in collaborazione con ITIA-CNR. Iniziato il progetto Pro2Evo (gestione di prodotti e processi nella riconfigurazione di pallet) concentrandosi sulle esigenze di rappresentazione di risorse e processi in attività manifatturiere; confrontati alcuni standard disponibili considerando limiti e impatto sulla comunità industriale. Concluso il progetto LASTS, con lo studio delle logiche necessarie al ragionamento sulla manipolazione di artefatti. B. Modellazione di processi, organizzazioni e servizi nella PA e nelle aziende Progetto "Science without Borders" in collaborazione con l'Univ. di Vitoria (Brasile): proseguita l'analisi dei fondamenti ontologici della scienza dei servizi, con la pubblicazione di un articolo invitato su "Information Systems". Progetto "Turnaround time (TAT) monitoring": proseguita la collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico delle Venezie. C. Analisi ontologica, modellazione concettuale e ingegneria del software Concluso il progetto FESR coordinato da BPEng srl, relativo alla definizione di un ambiente di modellazione concettuale ontology-driven, in collaborazione con l'Univ. di Bolzano. Proseguita la collaborazione col progetto ERC Advanced Grant "Lucretius" (J. Mylopoulos), che prevede lo sviluppo di un'ontologia per descrivere l'evoluzione del software nel processo di produzione. D. Fondamenti ontologici della rappresentazione della conoscenza e dei processi cognitivi Estesa la teoria mereotopologica sviluppata nel 2013 analizzando l'adeguatezza cognitiva delle primitive. Approfondita la teoria delle qualità locali, con particolare riferimento alle qualità locali di eventi e processi. Studiata la possibilità di caratterizzare in modo fine la natura di eventi, stati e processi, introducendo la nozione di "focal participant" e "focal quality". Estesa la teoria degli eventi costruiti a partire dagli stati ad un ambiente non deterministico che prevede diversi possibili futuri, al fine di affrontare problemi di pianificazione. In collaborazione con le univ. di Picardie (G. Kassell) e Rennes (B. Gibaud) proseguito lo studio dei fondamenti epistemologici della teoria della misura. E. Ontologia, linguaggio naturale e risorse lessicali Progetto Marie Curie IEF ODASP (Ontology-Driven Analysis of Systematic Polysemy): Catalogo dei pattern di polisemia nominale sistematica discussi in letteratura e loro collegamento con Wordnet. Analisi della nozione di tipo complesso nella semantica formale del linguaggio, in collaborazione con Laure Vieu (IRIT-CNRS e ISTC-CNR).
Punti critici:
Purtroppo il progetto GESTS, pur essendo stato approvato e negoziato, non è stato finanziato da Trento RISE a causa di un taglio di finanziamenti da parte della Provincia di Trento. Inoltre ad oggi non si è in grado di prevedere se il progetto SmartGate, approvato dal MIUR, sarà effettivamente finanziato. Se a questo si aggiunge il fatto che tre importanti progetti (VISCOSO, STACCO e ODASP) vanno a concludersi nel 2015, si hanno fondate ragioni di temere per la sopravvivenza del gruppo di ricerca se non si prenderanno iniziative adeguate.
Commento ad eventuali scostamenti tra le entrate previste e quelle realizzate nell'anno corrente:
Come spiegato sopra nella sezione "Punti critici", il progetto GESTS, pur essendo stato approvato e negoziato, non è stato finanziato. Il finanziamento del progetto SmartGate ha continuato ad essere rinviato. Il progetto FESR con BPE è stato congelato quasi per l'intero anno a causa di problemi finanziari da parte dalla società committente. Il risultato di tutto questo è stato un forte calo delle entrate previste.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus