Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività commessa
Tecnologie sostenibili per la trasformazione, conservazione ed il confezionamento dei prodotti ortofrutticoli


  anni:  2005   2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014 

Stato di Avanzamento attività anno 2007

Previsione attività per l'anno 2007
Risultati conseguiti:
I risultati ottenuti hanno fatto rilevare che: a) la riduzione delle alterazioni microbiologiche nei frutti di agrumi sottoposti a danni meccanici artificiali è ascrivibile al 'build-up' di sostanze ad attività fungicida indotto dallo stress; b)l'efficacia del fludioxonil (un formulato di nuova generazione a largo spettro e basso impatto ambientale) nel controllo dei principali patogeni postraccolta delle drupacee (pesche, nettarine e albicocche) aumenta notevolmente quando viene utilizzato in combinazione con la termoterapia; c) tra le diverse sostanze GRAS impiegate, la cinnamaldeide e l'acido acetico sono risultate le più efficaci nella riduzione dei marciumi postraccolta di frutti di fico e uva da tavola; d) l'efficacia dei trattamenti con luce UV-C, alle dosi variabili da 0.5 a 3 kJm-2, nel controllo dei marciumi causati dalla Botrytis cinerea nell'uva da tavola dipende dalla cultivar e aumenta all'aumentare della dose da cui dipende anche la suscettibilità al danno da trattamento; e) la conservazione a 2°C, abbinata al confezionamento con film plastici, rappresentano le migliori condizioni per poter estendere la shelf-life dell'asparago verde pronto al consumo.
Risorse strumentali:
Oltre alle strumentazioni di base, per lo svolgimento delle ricerche sono state utilizzate due batterie di celle frigorifere (totale 14 celle) per la frigoconservazione in atmosfera convenzionale e macchine confezionatrici per diverse tipologie di pellicole plastiche, per il confezionatrice sottovuoto e per atmosfere modificate.
Punti critici:
La batteria di celle frigorifere in dotazione a Sassari, che comprende 8 celle in atmosfera controllata e 6 in atmosfera normale, è controllata da un sistema centralizzato che, quando subisce danni, blocca il funzionamento di tutte le celle, compromettendo seriamente lo svolgimento delle ricerche. La parzializzazione dell'impianto, che richiede uno specifico e consistente finanziamento, consentirebbe di superare questo problema perché eventuali danni a una o più celle non comprometterebbero il funzionamento delle altre. Inoltre, sarebbe opportuno dotare i locali delle celle frigorifere e di lavorazione dei frutti di un gruppo elettrogeno per far fronte alle frequenti interruzioni della corrente elettrica. Ulteriori punti critici incontrati nella gestione dell'attività hanno riguardato: a) la ricerca di autofinanziamento verso linee con obiettivi talvolta distanti da quelli della commessa; b) è spesso difficile coniugare le competenze scientifiche e le potenzialità della commessa con le esigenze di enti pubblici, che spesso presentano bandi con scarse risorse.
Commento ad eventuali scostamenti tra le entrate previste e quelle realizzate nell'anno corrente:
I risultati dell'attività del 2007 sono il linea con gli obiettivi previsti, fatta eccezione per alcuni progetti esterni non approvati e al notevole ritardo dell'iter di valutazione per un progetto nazionale.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus