Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività commessa
Tecnologie sostenibili per la trasformazione, conservazione ed il confezionamento dei prodotti ortofrutticoli


  anni:  2005   2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014 

Stato di Avanzamento attività anno 2014

Previsione attività per l'anno 2014
Risultati conseguiti:
Le prove comparative sull'efficacia del propiconazole rispetto all'imazalil nei trattamenti postraccolta degli agrumi hanno fatto rilevare che, nonostante entrambi i fungicidi appartengano al gruppo degli inibitori della sintesi dell'ergosterolo, il propiconazole a differenza dell'imazalil. oltre ad essere attivo contro i penicilli, è in grado di controllare anche il marciume acido. La sonicazione si è dimostrata efficace nel trasferimento dell'imazalil dalla soluzione di immersione al frutto. In presenza di ultrasuoni si è ottenuto un più veloce e più profondo 'uptake' del principio attivo su mandarini e limoni. Ciò ha permesso di ridurre tempi e le concentrazioni del principio attivo rispetto ai trattamenti tradizionali. Nelle condizioni sperimentali testate, la sonicazione non ha influenzato i principale caratteri di qualità dei frutti. L'analisi SEM non ha evidenziato lesioni sulla superficie dei frutti dovute all'azione meccanica degli ultrasuoni. Le prove condotte su pomodori ciliegino confezionati con film in polipropilene e polilattico sottoposti a micro perforazione hanno mostrato che le due pellicole, pur evidenziando caratteristiche simili di permeabilità ai gas, sono risultate molto differenti in relazione alla permeabilità al vapore acqueo. Nello specifico la scarsa permeabilità del film in polipropilene non ha consentito di ottenere condizioni ottimali in termini di composizione gassosa e di umidità mentre il film in polilattico per le caratteristiche intrinseche del materiale, ha consentito di progettare e ottenere in maniera indipendente per lo stesso packaging le condizioni ritenute ottimali di umidità e di composizione gassosa. Ciò ha consentito di creare condizioni di conservabilità ottimali nel packaging realizzato con il film in polilattico rispetto a quello in polipropilene, specialmente nel controllo dei marciumi. L'utilizzo di film plastici biodegradabili per il confezionamento di susine in atmosfera modificata rispetto ai film plastici tradizionali in polipropilene ha consentito di ottenere un miglior stato di conservazione dei frutti garantendo una maggiore stabilità dei componenti nutrizionali e dell'aspetto estetico. Lo studio delle proprietà nutraceutiche delle varietà autoctone di susine, pere e mele ha permesso di identificare alcune accessioni estremamente ricche di 'phytochemicals' meritevoli di azioni di valorizzazione quali la reintroduzione nei canali di coltivazione, diffusione commerciale e utilizzo per la preparazione di alimenti tipici trasformati. I trattamenti termici per immersione sulle susine autoctone della cultivar Meloni hanno aumentato i livelli di flavonoidi totali e l'attività antiossidante dopo la shelf life. I quattro nuovi sistemi costituiti da sensori e biosensori nanostrutturati realizzati dall'Istituto, hanno consentito di determinare simultaneamente il contenuto di vitamina C, la capacità antiossidante e il contributo relativo dell'acido ascorbico e dei fenoli all'attività antiossidante, in frutti freschi durante le fasi di processo, trasporto e conservazione. Le performances dei sistemi nanostrutturati costituiscono un upgrade significativo rispetto allo stesso sistema in grafite. Gli studi sulla capacità antiossidante di molecole di origine naturale hanno messo in evidenza una discreta variabilità nella capacità antiossidante dei composti analizzati. L'analisi genetica effettuata su bacche di mirto ha permesso di dividere le accessioni analizzate in due grandi gruppi e di individuare un gradiente di tipo geografico nella distribuzione della diversità genetica. Le analisi dei primi campioni vegetali prelevati alla Maddalena, (zona considerata a rischio per inquinamento di tipo militare), è stata rilevata la presenza di antimonio, bario e ferro, mentre nei campioni animali, provenienti dalla zona di Porto Torres (inquinamento industriale), è stata rilevata la presenza di alluminio, zinco e ferro.
Risorse strumentali:
Confezionatrici in grado di operare in atmosfera normale o modificata Analizzatori di CO2 ed O2 Gas-cromatografo Varian Cromatografo liquido Merck-Hitachi equipaggiato con detector Diode-Array e cromatografo equipaggiato con detector evaporative light scattering (ELSD), entrambi dotati di pompa quaternaria, fornetto termostatato per colonna e auto campionatore Spettrofotometro Varian Titolatore potenziometrico Analizzatore di struttura per la determinazione della texture dei frutti gestito da personal computer, Colorimetro Minolta e celle frigorifere Bruker EMX spettrofotometro di risonanza di spin elettronico Stereomicroscopio, Microscopio Elettronico (SEM ed ESEM) Generatore di ultrasuoni VC 1500 Sonics operante a 1500 W e 20 e frequenza costante di 20 KHz Gascromatografo Agilent modello GC 6890N equipaggiato con rivelatore di massa a quadrupolo Cromatografo liquido ad alta prestazione Agilent modello 1010 equipaggiato con rivelatore UV a serie di diodi Termociclatore (Polymerase Chain Reaction, PCR) utilizzato per la Genotipizzazione delle accessioni autoctone di piante da frutto Confezionatrici in grado di operare in atmosfera normale o modificata, Studi sulle fave preparate come prodotto minimamente trasformato, sui turioni di asparago pronti al consumo e susine confezionate
Punti critici:
Mancanza di adeguate risorse finanziarie utili per il rinnovo delle risorse strumentali e l'acquisto di nuove apparecchiature. Carenza di operatori tecnico-professionali per la gestione dei campi sperimentali dell'UO di Sassari-Oristano
Commento ad eventuali scostamenti tra le entrate previste e quelle realizzate nell'anno corrente:
L'eccessivo ritardo dei finanziamenti dei progetti approvati ha creato ritardi nel raggiungimento degli obiettivi nei tempi previsti.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus