Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Stato Avanzamento Attività commessa
Sviluppo di tecnologie per la generazione, il trattamento e l'interpretazione di immagini e dati telerilevati della superficie terrestre


  anni:  2005   2006   2007   2008   2009 

Stato di Avanzamento attività anno 2009

Previsione attività per l'anno 2009
Risultati conseguiti:
Le attività sviluppate hanno prodotto contributi significativi in tutti i settori previsti. In particolare, nell'ambito delle tecnologie di imaging radar si sottolineano gli ulteriori sviluppi di algoritmi InSAR differenziali (SBAS e SPINUA) e la messa a punto di procedure di integrazione, validazione ed interpretazione dei dati InSAR con dati in sito (enfasi sui fenomeni di frana); si ricordano inoltre le attività basate sull'utilizzo di dati SAR acquisiti da sensori di nuova generazione. Sono state sviluppate anche nuove attività di modellistica dei processi di interazione tra radiazione E.M. e superficie terrestre, di calibrazione sensori e di messa a punto di metodologie per la stima di parametri bio-geofisici, con risultati ottenuti nella stima di parametri superficiali del ciclo idrologico, nella valutazione dello stato della copertura vegetale e della qualità delle acque costiere ed interne (applicazioni per emergenze ambientali) ed al monitoraggio del ghiaccio marino. Si segnalano anche i risultati relativi alle metodologie di classificazione in aree urbane (in particolare analisi cemento-amianto) ed all'integrazione di dati telerilevati in GIS (progetto Gobi Altay, Mongolia).
Risorse strumentali:
La strumentazione utilizzata per lo sviluppo delle attività della commessa è molto ampia e riguarda sia apparecchiature di misura, sia strumenti di calcolo. Per informazioni di dettaglio sulle risorse strumentali utilizzate si rimanda pertanto alle descrizioni specifiche dei vari moduli.
Punti critici:
La commessa non presenta particolari vincoli di fattibilità anche se si registrano ancora alcune difficoltà legate alla carenza di sensori in orbita che operano nelle condizioni appropriate per l'estrazione di quei parametri per cui le relazioni fra grandezze misurate e parametri sono ormai consolidate (si segnalano le difficoltà legate ai conflitti tra le richieste di acquisizione dati ENVISAT da parte dei vari utenti). Va detto però che in questo contesto c'è grande aspettativa sui i dati provenienti dalle nuove missioni (ALOS, Hydros, Aquarius, SMOS, Cosmo/Skymed, TerraSAR-X, etc). Per quanto riguarda le criticità, persiste la quasi impossibilità nel pianificare l'acquisizione di risorse a tempo determinato, la cui disponibilità è ormai quasi totalmente subordinata ai contratti esterni che sono spesso di durata limitata e con caratteristiche fortemente applicative.
Commento ad eventuali scostamenti tra le entrate previste e quelle realizzate nell'anno corrente:
Non esistono al momento gli elementi per effettuare una valutazione di dettaglio ma sembrerebbe non esserci nulla di particolarmente significativo.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus